Elisa, una storia di successi incredibili

Elisa alla nascita era una bambina sana. Per quanto ne sapevano i genitori si stava sviluppando normalmente. Ma a quattro anni fu colpita dalla prima crisi convulsiva. Il suo sviluppo era rallentato rispetto agli altri bambini della sua età e i genitori si resero conto che c’era qualcosa che non andava. Nei quattro anni successivi ebbe una mezza dozzina di attacchi. Elisa aveva un ritardo di sviluppo: i medici concordarono con questa conclusione dei genitori che si misero a cercare un modo per aiutarla a tornare al livello dei suoi pari età.

Elisa01Per Elisa era difficile stare al passo con i suoi pari età

Finalmente scoprirono i programmi degli Istituti e parteciparono, a Pisa, al corso “Che cosa fare per il vostro bambino cerebroleso”. Subito dopo avviarono un programma intensivo domiciliare per Elisa. Ogni giorno erano previste sofisticate stimolazioni sensoriali e un completo programma fisico. Elisa iniziò anche un programma di lettura che comprendeva più di 1000 parole singole.

Elisa02I genitori iniziarono immediatamente un programma di lettura

I genitori di Elisa si resero conto che la sua respirazione era migliorata notevolmente: non era più cronicamente superficiale, ma era diventata più profonda e normale. Anche la struttura del volto di Elisa era cambiato, perché le sue narici si erano allargate di molto. Iniziato il programma, anche la sua altezza crebbe considerevolmente: Elisa divenne anche meno ipersensibile quando toccata anche solo leggermente sul corpo. Aveva cominciato a strisciare, cosa che prima non poteva fare. Il suo linguaggio migliorò molto, come il suo comportamento in generale.

Elisa03Elisa cominciò a fare cose che prima le erano impossibili

Visti questi notevoli miglioramenti, i genitori chiesero di poterla portare il prima possibile per un appuntamento iniziale. Alla prima visita, Elisa non era in grado di leggere libri normali a causa dei suoi problemi di convergenza visiva. Faceva fatica a comprendere quel che leggeva e leggeva molto lentamente.

Nonostante avesse nove anni, i suoi genitori ritenevano non fosse in grado di capire quanto un bimbo di sei. Non riusciva a correre come gli altri. Sapeva scrivere brevi frasi ma non paragrafi completi come i suoi pari età. Sillabazione e scrittura a mano erano scadenti.

Elisa04Brachiazione, un programma che ha aiutato Elisa a scrivere

Dopo la sua visita iniziale, i genitori di Elisa intensificarono il programma neurologico domiciliare con la speranza che un giorno sarebbe riuscita a riprendere il passo dei suoi coetanei. Grazie alla loro dedizione, cominciarono a vedere miglioramenti nella scrittura, nel linguaggio, nella mobilità, nella lettura e nella comprensione di Elisa.

Elisa05Elisa ama leggere e imparare

Elisa è rimasta nel Programma di Trattamento Intensivo degli Istituti per quasi quattro anni, con risultati notevoli. Alla sua ultima valutazione, ha dimostrato la sua capacità di leggere libri al livello della sua età. Le piceva anche leggere saggi, racconti, e quotidiani e anche articoli di riviste. Era in grado di fare matematica al livello dei suoi coetanei, qualcosa che solo pochi anni prima era sembrata impossibile. Anche il suo comportamento era migliorato tantissimo. I genitori notarono che era spesso più gentile, più sensibile e più rispettosa dei coetanei.

Elisa06Scrivere e fare matematica diventarono molto più facili per Elisa

Inoltre Elisa era in forma e molto più capace fisicamente della sua età. A 12 anni completò un triathlon composto da 400 metri di nuoto, 10 chilometri di bicicletta e cinque di corsa in appena più di 80 minuti in totale.

Elisa07Elisa è diventata un atleta e un’appassionata di corsa

La sua scrittura era migliorata tantissimo e riusciva adesso a scrivere interi paragrafi. Allo stesso modo era migliorato il linguaggio: fece una presentazione accademica di dieci minuti allo staff e ai genitori degli Istituti che apprezzarono moltissimo la sua magnifica prolusione.

Lo staff propose allora a Elisa di affrontare il passo finale e più impegnativo del suo percorso, andare a scuola ogni giorno. La sua famiglia accettò con entusiasmo ed Elisa cominciò il suo percorso scolastico.

Elisa08Elisa con la famiglia e il suo mentore agli Istituti, Olivia Pelligra

A scuola Elisa eccelse oltre le aspettative e i sogni dei suoi genitori. Superò tutti gli esami di terza elementare ricevendo i massimi voti in inglese, spagnolo, scienze e musica. Ecco il commento della sua insegnante d’inglese: “Elisa ha fatto progressi enormi e il suo duro lavoro e la sua dedizione si sono visti nei risultati dei suoi esami. Spero che continui a dimostrare entusiasmo e interesse per l’inglese.”

Dopo un anno di scuola, ecco come i suoi genitori hanno riassunto i miglioramenti della figlia: “Elisa ha finito il suo anno di scuola: ha fatto molto, molto bene. È la sola nella sua classe ad aver ricevuto una menzione speciale per i suoi risultati finali. Grazie ai suoi sforzi, ha superato molti esami e ha adesso tutti i requisiti del terzo anno.”

Advertisements

Comments are closed.